I PERCHE’

DSC01970

In questa estate arida e calda piovono considerazioni, intuizioni, una miscellanea di falsità, di tradimenti, falsi sentimenti, falsi buoni propositi e viltà, tanta viltà.
Ci vorrebbe uno di quei distruttivi temporali estivi per lavar via il putridume e dare una parvenza di pulito.
Non illudetevi, miei cari tutti…io cado ma, sempre, mi rialzo.
Ed ogni giorno di più imparo a combattere.
Non è vero che non si può cambiare.
E…in tutto esiste un “perché “.
Ciò che abbiamo fatto per la ricerca di questo “perché”, è ciò che ci ha condotto dove siamo, a quel che siamo.
Alla base dell’esistenza umana c’è la ricerca della felicità.
E la felicità di uno significa, quasi sempre, l’infelicità di un altro.
TERTIUM NON DATUR.

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

16-06-2013

 

images?q=tbn:ANd9GcQQVvqWGjsnQkSOe4Y7mp1DPw3--lkAm6R6lo_a4t4OjG2bTXAzqw

Ho affrontato le tempeste della vita su un guscio di noce, carico di dignità e salsedine, fragile scudo che frangeva onde imperiose alla ricerca di baie silenziose ed acque tranquille.
Ho arrancato ansante, sofferente e solitaria su pendii scoscesi, per raggiungere una vetta sempre troppo lontana.
Ho lottato contro un destino irriguardoso, impassibile, cieco e tacito ai miei desideri e alle mie speranze.
Abbattuta e sfiduciata ho percorso deserti privi di parole e affetti, sempre protesa al di là di sentimenti paralizzati, incatenati, ho aperto le braccia per cogliere la vita, sfiorare la gioia.
Ho affogato i miei occhi nel cielo senza confine, nel silenzio di stelle sfavillanti nell’immensità nera, nella vana ricerca di trovarne una mia.
E son passati i mesi, i giorni, le ore…è arrivato ancora una volta l’oggi, arriverà domani…

Ma è così lento a spuntare il giorno mio!

E tu ritorni fantasma del tempo…onda frangiata di bianco, e vivi, come una scrittura.

Ed io ho letto l’inestricabile trama del mio tempo, con sguardo annegato nella semplicità delle lacrime.

Si è aggiunta nuova perla alla collana della mia vita…

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

NELL’AZZURRO 19-05-2013

 

 

images?q=tbn:ANd9GcSxd6KfCwZZgaK97FH5h1zkqTq22INlfSLdn5GnkZulwzeFrEg56Q

Vento che mi soffia incontro,
a creare mulinelli
nel cesto di malinconia
che stringo fra le mani.
Dove vanno a finire i sogni?
Quelli che mai potranno avverarsi.
Volteggiano qui, intorno a me,
e si posano leggeri
nell’azzurro incontaminato dei tuoi occhi,
fra sorrisi e pianti.
Ed è lì che li ritrovo,
quando la speranza vacilla.
Occhi che io so guardare,
che contengono immutata
la luce brillante dei tuoi entusiasmi,
la profondità delle tue esperienze,
la malinconia delle tue disfatte.
Ed ho scelto di amarti,
nel tempo dilatato del sogno,
e nei piccoli frammenti
di una realtà complessa.
Amore dei miei giorni brevi.

 

Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato , | Lascia un commento

INTRANSIGENZA

 

maschera.jpg

Ho sempre rifiutato di scendere a patti con quanti fanno dell’indifferenza, della superficialità o dell’interessata partecipazione, uno scopo per incrementare, a spese altrui, il carnet dell’amor proprio e della vanagloria.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

E’ PRIMAVERA

 

3383650904@mmsuni_tim_it_MMS_1000_img1resized.jpg

Abbandonati i panni di “vecchio” blogger poeta e sognatore, il mio caro amico Haf ritorna alle “sudate” attività reali all’aria aperta ( leggi : ciclismo e arrampicata), mi ha inviato questa foto per salutare tutti gli amici e amiche blogger di Virgilio e per spronarci ad abbandonare ogni tanto il monitor e…uscire a goderci la primavera. Grazie Haf.
Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato , | Lascia un commento

SENSAZIONI

 

images?q=tbn:ANd9GcS1eaoQ3HOpt6kyJMzh6oEEDvOKB0XKS6HXelPL6gKJ5Rexb8EB

Sensazione
d’affondar nell’acqua,
ombra galleggiante,
sospesa nei ricordi
non ancora lontani
ma
già staccati
e intorno
il mormorio
di parole di vita.

E,
nuoto lieve
nelle cose che penso.
in quello che vedo,
in illusioni
rabberciate ed appassite.

Filtrano
ritagli di cielo
nel deserto di me.

Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

PENSANDO E RIPENSANDO

 

pioggia.gif

Non amo la pioggia, mi mette a disagio, sarà che dimentico regolarmente l’ombrello e le scarpe che decido di indossare non sono mai adatte alle strade che si trasformano in torrenti impazziti.
Finisce sempre allo stesso modo : inzuppata dalla testa ai piedi!
Sono nata nella terra del sole, del vento e del mare, dove la pioggia e il freddo sono considerati eventi eccezionali.
Mi ha adottato una regione senza mare,piovosa,nevosa,fredda,a cui, nonostante i molti anni trascorsi dal mio arrivo, non riesco ad abituarmi e giorno dopo giorno, anno dopo anno, mi intristisco.
Secoli fa è stato l’amore ad aver determinato la mia scelta e fungeva da compensazione, oggi che quell’amore non esiste più è rimasta l’insofferenza e una rabbia sorda che si intensifica nella consapevolezza di aver scelto di lasciare la mia terra sulla base di motivazioni che si son rivelate prive di fondamento, transitorie.
Scelte, che ormai cementificate, non posson più esser mutate.
Il mio spirito di adattamento è sempre stato notevole, con l’avanzare dell’età sto perdendo anche quello.
Scrivo in macchina,sotto la pioggia scrosciante, mentre aspetto una telefonata che tarda ad arrivare o non arriverà. E il tempo inesorabile scorre accompagnato dalle lacrime del cielo che potrebbero essere le mie se non mi fossi ormai imposta da tempo di non cedere allo sconforto.
Tra poco dovrò cancellare questi istanti, indossare un sorriso dimenticato, accantonare le ambasce quotidiane e immergermi nel lontano mondo antico, fra i grandi classici della letteratura che amo e vorrei far amare a questa miriade di giovani menti che ogni mattina confidano in me e con attenzione seguono i miei voli pindarici, e si sforzano di comprendere le profonde riflessioni e i pensieri espressi elegantemente in una lingua considerata “morta” e inutile.
Maledico l’ignoranza di una società, quella attuale, che considera la cultura obsoleta, poco remunerativa e una perdita di tempo.
Per assurgere alle alte vette sociali ormai serve ” altro “.
E’ una lotta impari la mia, troppe promesse allettanti attraggono le giovani menti, e le poche voci che s’innalzano fuori dalla massa, come la mia, restano inascoltate.
Eppure sono certa di non aver seminato in terreni aridi e aspetto speranzosa che un giorno arrivi la stagione dei germogli…perchè arriverà, eccome se arriverà!

Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

RICORDANZE

images?q=tbn:ANd9GcQBaYeeELGYig9ZjkrmHCiV3KVISqenQb8KgkQvdNMl9T2YQozG

Ho passato tanto tempo su queste pagine.
Oggi mi chiedo se ne è valsa la pena.
Di tanti che mi corrispondevano è rimasto solo un nostalgico ricordo e un affetto nascosto dentro.
Coloro, pochi, che son rimasti han lasciato la vecchia strada per la nuova.
Di ciò che pensavo avessimo costruito son rimasti solo ruderi coperti dalla polvere dell’oblio.
Il nuovo avanza ed è sicuramente più interessante e intrigante.
Chiunque direbbe che è giusto così.
Io sento solo un dolore dentro che si intensifica ogni volta che, speranzosa, percorro queste vecchie strade che più non riconosco.

Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato , , | Lascia un commento

E’ FINITA…

 

The_End_Book.png

Vorrei urlare ma non lo faccio.

Leggo.

Ascolto.

Assimilo.

Incamero e ingoio.

Menzogne.
Mi ha fatto soffrire terribilmente scontrarmi, ancora una volta, con ambiguità, falsità.
Insistente nella mia mente una domanda, che sia mia la causa? Che sia io a seguire modalità sbagliate?
Ho visto corrermi incontro parole sull’acciottolato dei giorni, e gocce di pioggia implacabili trascinarle nel vortice impetuoso di un torrente di falsa apparenza.

Ho delle sensazioni strane, fredde, mi addolora un sentimento sconosciuto, e rabbrividisco dentro una nebbia di intuizione.

Svanisce la possibilità di dare un senso a quel che vedo, a quel che sento, a quel che leggo, a quel che vivo.

Ingannata da immagini ingannevoli.

E mi chiedo perché non ho meritato fiducia, SINCERITA’.
E’ difficile andare avanti, crescere, scegliere la strada giusta quando il tuo bagaglio è fatto di perdite, delusioni, sconfitte, cadute.

E paura.

Paura d’essere stata ancora una volta tradita, ingannata, derisa, umiliata.

Mi fermo ad ascoltare il mio silenzio.
Perché è il silenzio che ho scelto…e il mio cuore e la mia anima son tornate di pietra.

 

 

Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato | Lascia un commento

MOMENTI

 

stop_time_by_vimark.jpg

Tra le ombre che s’incollano alla sera
e ad un frammento di ricordo,
guardo le cose rimaste indietro,
istanti infinitesimali,
giornate che vanno
senza far rumore,
seguendo linee sconclusionate
e vicoli ciechi,
tra crepe di emozioni
e calcinacci di sogni.
Restano parole…
esile traccia sulle labbra del mondo. 

Pubblicato in Sapere e Libri | Contrassegnato , , , | Lascia un commento